Libri

Residenza Arcadia – Daniel Cuello | Recensione

Oggi vi parlo di una graphic novel che ho vinto partecipando alla Caccia Ai Tesori Bao organizzata da Bao Publishing e La Feltrinelli. Grazie a questo evento ho avuto l’opportunità di portarmi a casa Residenza Arcadia di Daniel Cuello e passare un pomeriggio divertente (Qui trovate me e Carla che stringiamo gloriose i nostri premi e festeggiamo con un gelato).

Chi vive in un condominio sicuramente troverà familiari alcune scene descritte in questa storia. C’è Mirta che si lamenta per ogni cosa, Ettore con la musica a palla, Dirce che guarda dallo spioncino, l’amministratore che non riesce a calmare gli animi durante la riunione di condominio e ci sono i nuovi inquilini. Può sembrare un ritratto umoristico della quotidianità eppure Residenza Arcadia è molto di più. E’ la descrizione di un piccolo mondo, il condominio, con le sue regole che si intrecciano alle vite delle persone che vi abitano. Il vano scala è il luogo dove si incontrano e si scontrano gli inquilini mentre gli appartamenti sono come scatole dove si ripongono i segreti, che poi tanto segreti non restano mai.

Non sappiamo né quando né dove è ambientata la storia, tutto si svolge all’interno di questa palazzina, su e giù per le scale, dentro le case dei formidabili protagonisti tratteggiati dall’autore. Atteggiamenti assurdi, ma in fondo così reali, muovono la storia svelando aspetti della nostra società piena di pregiudizi. L’unica informazione che abbiamo riguardo il mondo fuori da Residenza Arcadia è la presenza di un governo dispotico che si impone sulle vite dei personaggi segnandoli profondamente, un regime dal quale non riescono a tirarsi fuori ma che invece sentono il dovere di servire e rispettare. Il condominio è popolato da anziani che passano il loro tempo a lamentarsi di qualcosa e a manifestare il loro razzismo contro i nuovi inquilini. L’unico ragazzo è Ettore, portatore di un diverso modo di vedere e di agire che lo condurrà a fare scelte totalmente opposte agli abitanti di Residenza Arcadia e dimostrerà la possibilità di ribellarsi a ciò che non ci rappresenta, di seguire una diversa strada ed essere artefice del proprio destino. Ettore rappresenta il non conformarsi ad un’idea comune e la possibilità di scelta. Gli altri personaggi, se pur vittime e complici del governo, portano con sé storie profonde e allo stesso tempo sono tratteggiati con ironia.

Il merito di Daniel Cuello è proprio quello di aver raccontato una storia che guarda con attenzione alle dinamiche della società contemporanea e ne riesce a descrivere l’ipocrisia e la cattiveria, che possiamo trovare ovunque, anche nell’androne di un condominio. Anzi, forse è soprattutto dove diverse persone si trovano a convivere che si generano malcontenti e prepotenze. E se non accettiamo nemmeno i nostri vicini, che stanno lì nella loro scatola di segreti, come possiamo accettare gli altri con cui ci scontriamo tutti i giorni?

Con ironia ed estrema cura, Daniel Cuello scava a fondo nei meccanismi della società. I disegni contribuiscono a delineare caratteri e ambientazioni, tanto che possiamo riconoscere subito i luoghi, ognuno con il proprio colore predominante, e i personaggi, sempre vestiti uguali. Residenza Arcadia è un capolavoro grafico, narrativo e oserei dire anche sociologico, l’autore indaga i complicati rapporti umani con grande maestria.

Daniel Cuello è stata una vera scoperta per me, vi consiglio di dare un’occhiata anche al suo sito perché pubblica vignette super divertenti!

E ovviamente vi consiglio di leggere Residenza Arcadia 😉

Annunci

6 thoughts on “Residenza Arcadia – Daniel Cuello | Recensione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...