Libri

Una cosa difficile: chiedere scusa

Una cosa difficile è un libro edito da Bao Publishing per la collana BaBao, dedicata ai bambini. Si tratta di un silent book che in realtà dovrebbero leggere anche gli adulti perché vuole trasmettere un messaggio importante.
Che cos’è la cosa più difficile? 
Che cos’è quella cosa che ci sembra come una montagna che non abbiamo il coraggio di scalare?
Spesso, quando sappiamo di aver sbagliato, non troviamo le parole per dirlo agli altri o forse a noi stessi. Facciamo fatica a trovarle ma ne basterebbe solo una, semplicemente. Proprio per questo motivo, Una cosa difficile è un libro che parla per immagini e non con le parole, i disegni ricoprono intere doppie pagine e i colori usati sono solamente l’azzurro, il bianco e il nero. Il linguaggio grafico così semplice e delicato trasmette un messaggio immediato, poche pagine accompagnano i lettori più piccoli verso la scoperta di un importante valore: il perdono. Il libro di Silvia Vecchini, scrittrice per bambini, e Sualzo, autore e illustratore, è un ottimo modo per insegnare ai bambini quanto sia importante ammettere i propri errori. Il protagonista compie, con determinazione, un viaggio difficile, la scena iniziale si svolge in quella che sembra una tranquilla collina ma che poi si rivela essere una montagna. Il chiedere scusa è infatti un viaggio in salita che dobbiamo avere il coraggio di affrontare, è una montagna tempestosa che ci scaglia in faccia vento e neve. Una volta arrivati in cima basta una sola parola e tutto si fa chiaro, quella che prima era una salita adesso è una discesa. Questo libro è un percorso, quello che si fa dalla consapevolezza di aver commesso un errore fino al coraggio di chiedere scusa ed infine essere perdonati. Consiglio ai genitori di accompagnare sempre i propri figli lungo questo percorso, di stargli vicino quando scalano la loro personale montagna. Bisogna lasciare che siano i bambini a capire quale sia la parola giusta da dire ma bisogna anche aiutarli ad esserne consapevoli. Un’immagine molto evocativa, in questo albo illustrato, è quella del carretto con la ruota rotta. Il protagonista sa che le cose rotte devono essere riparate e lo trasmette al lettore, riavvicinarsi e rinsaldare un legame è possibile, bisogna solo trovare la forza di affrontare la montagna per recuperare la ruota e metterla lì dov’era prima, al posto giusto. Solo così si può correre giù per la collina, felici, su un carretto di legno, insieme.
Vi consiglio di dare un’occhiata all’anteprima che trovate sul sito di Bao Publishing e di leggere questo libro.
Leggere senza parole per capire molto di più. 
Di parola ne basta una sola.
Annunci

8 thoughts on “Una cosa difficile: chiedere scusa

  1. È interessante il fatto che un tema così importante e delicato venga trattato con un silent book, che secondo me è il tipo di libro più impegnativo da leggere! Questo libro lo avevo visto, ma non pensavo trattasse di questo, è molto più interessante di quello che sembra 🙂

    Mi piace

  2. Ciao, sono appena capitata qui sul tuo blog e questa recensione mi è piaciuta davvero tanto 🙂 sei riuscita a farmi sentire tutta la delicatezza e la profondità infuse nel libro, che dev'essere quasi commovente se tratta così dolcemente un tema a volte difficile come questo. Difficile, poi, perché noi persone lo complichiamo, la maggior parte delle volte.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...