Senza categoria

Premio Liebster Award 2016

Buongiorno lettori!
Questa mattina mi trovo qui a scrivere sul blog con più emozione del solito e un grande sorriso sul viso. Ho ricevuto un premio! Forse il primo della mia vita perché non ho mai vinto niente, non ho medaglie o trofei, non ho mai partecipato a competizioni sportive o di scacchi e quindi eccomi qui a gioire per essere stata scelta da Virginia e aver ricevuto il Liebster Award! Di cosa si tratta? E’ un premio che viene assegnato ad 11 blog con meno di 200 iscritti per sostenersi l’un l’altro. Non è detto infatti che il numero di iscritti rappresenti la qualità di un blog, spesso ci sono piccoli spazi che devono ancora crescere e questo è un ottimo modo per promuoverli.
Ma adesso passiamo al dunque, ecco gli step da rispettare:
1. RINGRAZIARE CHI TI HA NOMINATA
Ringrazio davvero tanto Virginia e il Labirinto per avermi nominata e soprattutto per aver creduto nel mio blog che è ancora piccolo, dandogli così l’opportunità di crescere un po’ 🙂
2. SCRIVERE QUALCOSA RIGUARDO UN BLOG CHE SEGUI
Voglio parlarvi di Un libro e una cioccolata e della dolcissima ragazza che gestisce questo blog e non solo, ha anche un canale su Youtube ed è proprio lì che l’ho scoperta. Ogni volta che leggo un suo post mi emoziono e mi rispecchio nelle sue parole e quando guardo i suoi video non posso far altro che pensare a quanto sia brava ad analizzare i libri. Mi invoglia sempre a leggere e soprattutto a leggere in modo più profondo, consapevole. La cosa che più mi piace di lei è la dolcezza e la passione che ci mette, ti fa proprio percepire il suo amore per i libri.
3. RISPONDERE ALLE DOMANDE DEL BLOG CHE TI HA NOMINATA
  • Perché hai scelto proprio quel preciso nome per il tuo blog?
Pistacchi di carta può sembrare un nome un po’ strano ed effettivamente lo è. E’ nato un po’ per caso, scherzando e giocando con le parole. Il pistacchio è una delle cose per cui vado matta, un sapore che una volta conosciuto non ho potuto più ignorare. E così è anche la mia passione per la lettura. Ma questo nome forse va un po’ oltre, rappresenta in un certo senso anche il mio sogno di scrivere. Un pistacchio tira l’altro, così come i racconti e le parole confuse che cerco di mettere su carta. E così ecco il nome del blog, un nome che parla di me.
  • Hai un genere di letture di comfort o ti piace spaziare?
Io leggo principalmente narrativa, in un certo senso anche questo è un modo per spaziare perché penso che sia un genere molto vasto, è difficile a volte definirne i confini e proprio per questo mi piace. Ultimamente però mi sto avvicinando anche a racconti, gialli, libri per ragazzi e graphic novels. Mi affascinano anche i classici e il fantasy ma sono in minoranza nella mia libreria.
  • Nomina un adattamento cinematografico di un libro che ti ha soddisfatto
Espiazione di Ian McEwan. Ho scoperto questo libro un po’ per caso, ero al liceo e stavamo per vedere un film in inglese quando tra i trailer pubblicitari spuntò  Keira Knightley che ripeteva “come back to me” e fu amore a prima vista. Decisi di leggere prima il libro e poi vedere il film e rimasi soddisfatta.
  • Puoi entrare dentro a un libro. Quale e perché?
Harry Potter! Devo ammettere che spero ancora di ricevere la mia lettera per Hogwarts, correre verso il binario 9 e tre quarti, scoprire se sono una Grifondoro, studiare magia e incontrare i personaggi dei miei libri preferiti.
  • Un autore di cui compri ogni libro che esce, senza neanche leggere la trama
Philip Roth. E’ un autore che ho scoperto da circa un anno e grazie a lui mi sono avvicinata alla letteratura americana. E’ fenomenale, ha uno stile unico e riesce a scandagliare ogni aspetto della società, degli uomini e delle loro azioni. Indaga i personaggi a tutto tondo e in ogni suo libro fa sempre un ritratto dell’America.
  • Cosa ne pensi del self-publishing?
Penso che dietro un libro debba esserci sempre un lavoro editoriale: correzione bozze, editing, promozione, distribuzione e molto altro che può sembrare invisibile agli occhi di un lettore ma che in realtà fa la differenza. Il self-publishing inoltre priva lo scrittore di qualsiasi soddisfazione personale e consapevolezza verso la qualità del suo prodotto.
  • Consiglia un autore del tuo genere preferito
Non si tratta del mio genere preferito però voglio consigliarvi Agatha Christie perché con lei non si sbaglia mai, è la regina dei gialli.
  • Se dovessi scegliere il protagonista di un libro come migliore amico (o amica, ovvio), su chi ricadrebbe la tua scelta?
Ovviamente Hermione Granger! Ho sempre sognato un’amica come lei, una che ti tira fuori dai guai e che ha sempre la soluzione giusta ad ogni cosa. Qualcuno con cui condividere la passione per la lettura. E soprattutto una persona molto precisa e diligente, un po’ come me, che se prende un impegno fa di tutto per portarlo a termine. Una ragazza intelligente, che sa cosa vuol dire “amicizia”.
  • L’amore per la lettura te l’ha trasmesso qualcuno o ti è nato spontaneamente, in un terreno “inospitale” (ovvero senza nessun incoraggiamento esterno)?
Da bambina mia madre mi leggeva le favole e a volte le inventava per me. Credo sia nato tutto da lì, da quella storia su due piccoli gnomi che scrisse su un cartellone verde e che appese in cameretta.
  • Se potessi eliminare un libro dalla faccia della Terra, quale sarebbe? 
Domanda difficile…Ci sono libri che non mi piacciono ma che a molte persone trasmettono qualcosa quindi non vorrei fare un torto a qualcuno perché capisco che ognuno ha dei validi motivi per leggere un determinato libro o genere. Non capisco però l’utilità di libri come 50 Sfumature di Grigio o After (e tutta quella sfilza di libri dalle copertine coloratissime e i titoli scritti con lo stesso font). Ecco, diciamo che li eliminerei senza problemi perché non subirei alcuna perdita.
  • C’è un libro “speciale” per te? Se sì, quale?
Marcovaldo di Italo Calvino. Ero alle elementari e la maestra Lucia ce lo leggeva mentre ci faceva ascoltare “Le quattro stagioni” di Vivaldi e noi disegnavamo ciò che accadeva in ogni capitolo. Ho un bellissimo ricordo di questa cosa, era tutto un po’ magico e credo che questo sia stato uno dei momenti fondamentali della mia vita.
4. SCRIVI 11 COSE DI TE

  1. Sono una grande sognatrice. Sul mio letto ho dipinto una frase di Laura Pausini: “Ho creduto in un sogno e ho fatto bene”
  2. Sono una persona romantica, dolce e sensibile
  3. Ho una collezione di tazzine da thé che adoro
  4. Ho un cane di nome Giulio Cesare che è il mio migliore amico, per me è davvero una persona su cui poter contare
  5. Credo nell’amore e nella famiglia
  6. Amo il Natale e la sua atmosfera: la cioccolata calda, le canzoni natalizie, gli addobbi, le luci…Oh che bello *-*
  7. Mi piace scattare foto e conservare ogni genere di ricordi
  8. Ho un quaderno dove trascrivo le frasi che mi colpiscono di più e che ogni tanto mi piace rileggere
  9. Sono una golosa ma sono lentissima a mangiare
  10. Mi piace viaggiare, fare passeggiate e guardare tramonti
  11. Amo leggere e scrivere…ma questo lo sapete già 🙂
5. LE 11 DOMANDE DA ME FORMULATE ALLE QUALI I BLOG DA ME NOMINATI DOVRANNO RISPONDERE

  1. Cosa rappresenta per te il tuo blog?
  2. Se potessi incontrare un autore chi sceglieresti?
  3. Prendi in prestito i libri o devi averne per forza una tua copia?
  4. Come scegli i libri da leggere?
  5. C’è un libro della tua infanzia che ha segnato particolarmente la tua vita da lettore?
  6. Se la tua vita fosse un libro quale sarebbe?
  7. Qual è il tuo sogno nel cassetto?
  8. Ebook o cartaceo?
  9. Qual è un libro dal quale non ti potresti mai separare?
  10. Come pensi si possa diffondere l’amore per la lettura?
  11. Con che criterio è ordinata la tua libreria? (Ordine alfabetico, per colore, per editore, ecc)
6. NOMINA 11 BLOG CON MENO DI 200 ISCRITTI

Questi sono i blog che vi suggerisco, ringrazio ancora Virginia e spero che questo post vi sia piaciuto. Fatemi sapere cosa avreste risposto voi a queste domande 🙂

Annunci

21 thoughts on “Premio Liebster Award 2016

  1. Grazie mille per la nomination!
    Volevo avvisarti che (grazie per avermelo fatto notare), ho aggiustato l'url del mio blog con rukiasnelmondodeilibri e non più rukianelmondodeilibri, quindi adesso il link non è collegato al mio blog.
    Ti ringrazio ancora tantissimo, cercherò di rispondere entro lunedì!

    Mi piace

  2. Buongiorno Serena,
    sono arrivata qui sul tuo blog, che non conoscevo, per caso, partendo ta un tuo commento ad un altro blog che frequento… e ne sono molto contenta! Complimenti, hai un angolo delizioso, una grafica bellissima, e poi anch'io adoro i pistacchi!
    Ah, e c'è un'altra cosa che abbiamo in comune: anch'io amo il Natale, tantissimo, tanto da averci scritto un romanzo breve.
    Anch'io ho un angolino di chiacchiere tutto mio, dove se ti va puoi venire a trovarmi:
    http://evapalumbo.blogspot.it/
    (nella pagina “I miei libri” c'è il link per il libro che ti dicevo).
    Ti auguro una buona settimana, ci rileggiamo presto!
    Eva P.

    Mi piace

  3. Ciao Serena piacere di conoscerti! Ho trovato il tuo blog tramite il post di Adele, una scoperta bellissima ❤ Mi unisco subito ai lettori fissi per continuare a seguirti ^_^ se ti andasse di passare da me ne sarei sempre più che felicissima ❤ a presto, Ely di il regnodeilibri.blogspot.it

    Mi piace

  4. Ciao Serena, ho appena scoperto il tuo blog grazie alla mia amica Silvia de “La mia passione non muore mai ma cambia colore”: complimenti per il tuo blog, appena avrò più tempo gli dedicherò più tempo ma a prima vista mi sembra molto ben fatto! Concordo sull'inutilità delle 50 sfumature e della serie After, come te amo Marcovaldo ma non condivido in toto la tua idea del selfpublishing, forse perchè oltre a essere blogger sono una scrittrice che si autopubblica 😉 Se ti va di dare un'occhiata al mio spazio personale ti lascio il mio link, mi farebbe piacere http://langolodiariel.blogspot.it/

    Mi piace

  5. Ciao 🙂 nuova follower! Mi piace molto il nome del tuo blog, è stato proprio il motivo che mi ha spinta a cliccare e spulciare tra i post.
    Leggendo questo articolo mi rendo conto di avere molte cose in comune con te, spero di avere più tempo per leggere molto altro.
    Baci 🙂 ❤

    Mi piace

  6. Ciao 🙂 Grazie!! Sicuramente per quanto riguarda il selfpublishing non si può fare di tutta l'erba un fascio, ci sono diversi casi in cui autopubblicarsi è una buona scelta che porta a buoni risultati. Comunque se io dovessi scegliere mi orienterei più verso una casa editrice, magari indipendente. Vado a vedere il tuo blog, mi hai incuriosito 🙂

    Mi piace

  7. Grazie a te 🙂 Il canale Youtube è aperto da poco quindi non ci sono molti contenuti, ho avuto dei problemi tecnici con la fotocamera quindi mi sono dovuta fermare. Ora dovrei aver risolto quindi tornerò a fare video. Grazie davvero per la fiducia 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...